Segnaliamo, preliminarmente, le principali novità fiscali relative alla tassazione sui redditi delle persone fisiche:

 

– per il 2016, ai sensi dell’art. 1, comma 13, Finanziaria 2016 sono esenti IMU i terreni agricoli:

  • ricadenti in aree montane o di collina delimitate, di cui all’art. 7, comma 1, lett. h), D.Lgs. n. 504/92 sulla base dei criteri individuati dalla CM 14.6.93, n. 9;
  • posseduti e condotti da coltivatori diretti / IAP iscritti alla previdenza agricola, indipendentemente dalla loro ubicazione;
  • ad immutabile destinazione agro-silvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile (a prescindere dall’ubicazione);
  • ubicati nei Comuni delle isole minori di cui all’Allegato A della Legge n. 448/2001 indipendentemente dal possesso e dalla conduzione.

In tali casi il terreno va “ordinariamente” assoggettato ad IRPEF;

 

– per quanto riguarda le spese detraibili nella misura del 19% – 26% si evidenzia che:

  • a decorrere dal 2016 è riconosciuta una detrazione del 19% dei canoni e del prezzo di riscatto corrisposti in relazione ai contratti di leasing aventi ad oggetto immobili da adibire ad abitazione principale entro un anno dalla consegna;

 

– per quanto riguarda le spese detraibili nella misura del 19% – 26% si evidenzia che:

 

  • il limite detraibile relativo alle spese di frequenza di scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado del sistema nazionale di istruzione, per il 2016 è stato elevato a € 564 (anziché € 400) per alunno / studente;

 

per quanto riguarda le spese deducibili si evidenzia che:

  • i pensionati possono indicare i contributi versati direttamente, anche per familiari non a carico, a Casse di assistenza sanitaria aventi esclusivamente finalità assistenziali. L’importo massimo ammesso è pari a € 3.615 e nella verifica del limite si deve tenere conto anche dell’importo indicato per i contributi versati ai fondi integrativi del SSN. Preme evidenziare che con la Risoluzione 2.8.2016, n. 65/E l’Agenzia delle Entrate ha riconosciuto la deducibilità dei contributi in esame anche qualora gli stessi siano versati per familiari non a carico se effettuati a Casse di assistenza sanitaria aventi esclusivamente finalità assistenziali ovvero ad un Fondo Sanitario Integrativo “assimilabile” ad un Ente / Cassa avente esclusivamente fini assistenziali di cui all’art. 51, comma 2, lett. a), TUIR.

 

=====***=====

 

Al fine di aggiornare la Sua posizione fiscale, La invito a consegnarci, previo appuntamento, entro il 20 maggio 2017, i dati ed i documenti esposti nella pagina allegata. Documenti redditi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi