OGGETTO:  IL COLLEGATO ALLA FINANZIARIA 2017

 

IL COLLEGATO ALLA FINANZIARIA 2017

( DL n. 193/2016 in vigore dal 24.10.2016)

 

E’  stato pubblicato sulla G.U. il Decreto  c.d. “Collegato alla Finanziaria 2017”, contenente una serie di “disposizioni urgenti in materia fiscale”. Nel prospetto che segue sono riassunti succintamente i contenuti del provvedimento. Eventuali approfondimenti possono essere oggetto di specifiche richieste allo Studio.

Soppressione di Equitalia a decorrere dall’1.7.2017

L’attività di riscossione è affidata alla (nuova) “Agenzia delle Entrate – Riscossione”. Differito al 31.5.2017 il termine della cessazione dell’attività di accertamento, liquidazione e riscossione dei tributi locali da parte di Equitalia e  società partecipate..
Invio  telematico dello “spesometro” a cadenza trimestrale

Dal 2017 diviene trimestrale l’invio dei dati delle fatture emesse / acquisti / bollette doganali / note di variazione, da effettuare  entro l’ultimo giorno del II° mese successivo ad ogni trimestre (ad esempio, l’invio dei dati del I° trimestre 2017 va effettuato entro il 31.5.2017).
Invio telematico  trimestrale delle liquidazioni IVA

È introdotto l’obbligo dell’invio trimestrale dei dati delle liquidazioni mensili/trimestrali  IVA (anche a credito) , da effettuare entro l’ultimo giorno del II° mese successivo ad ogni trimestre. Sono esonerati i soggetti non obbligati alla presentazione della dichiarazione IVA annuale (es.i soggetti che hanno registrato solo operazioni esenti) o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche (minimi / forfetari).In presenza di più attività gestite con contabilità separate va inviata un’unica comunicazione riepilogativa. Le modalità e le informazioni da inviare sono da definire Da notare che l’Agenzia Entrate informerà il contribuente della (in)coerenza tra quanto desumibile dai dati relativi allo spesometro e la comunicazione periodica, compresi i relativi versamenti.
Credito d’imposta adeguamento tecnologico

Previsto un credito d’imposta per l’adeguamento tecnologico collegato al rispetto degli obblighi di invii telematici di cui sopra, pari a € 100 ai soggetti in attività nel 2017 che, nell’anno precedente a quello di sostenimento del costo per l’adeguamento, hanno realizzato un volume d’affari pari o inferiore a € 50.000. Il credito è utilizzabile esclusivamente in compensazione a decorrere dall’1.1.2018.
Adempimenti soppressi  a decorrere dal 2017 ·         la comunicazione dei dati relativi ai contratti di leasing e di locazione / noleggio;

·         i modd. Intra degli acquisti e delle prestazioni di servizi ricevute;

A partire dalle comunicazioni relative al periodo d’imposta in corso al 31.12.2017 è altresì soppressa la comunicazione “black list”.

Termini di presentazione dichiarazione iva annuale E’ confermato che la dichiarazione IVA relativa al 2016 va presentata entro il 28.2.2017, mentre le dichiarazioni IVA 2017 e successive andranno presentate entro il 30.4.
Distributori automatici Differito all’1.4.2017 l’obbligo della memorizzazione elettronica e dell’invio telematico dei corrispettivi dei distributori automatici.
Definizione agevolata dei ruoli affidati agli Agenti riscossori dal 2000 al 2015

E’ possibile estinguere il debito, senza sanzioni e interessi, effettuando il pagamento integrale, anche in max 4 rate con interessi, delle somme affidate a riscossore a titolo di capitale e interessi o da questi maturate a titolo di aggio e di rimborso delle spese per

procedure esecutive / notifica della cartella di pagamento.

 

Tale beneficio spetta anche ai soggetti che hanno già pagato parzialmente, anche a seguito di provvedimenti di dilazione emessi dall’Agente della riscossione, le somme dovute relativamente ai

predetti ruoli, a condizione che, rispetto ai piani rateali in essere, siano effettuati i versamenti in scadenza nel periodo 1.10 – 31.12.2016. Sono tuttavia previste talune fattispecie escluse dalla definizione in oggetto.

 

L’interessato deve manifestare la volontà di avvalersi della definizione agevolata con dichiarazione da effettuare entro il 21.1.2017 utilizzando la modulistica che sarà disponibile sul sito Internet dell’Agente della riscossione. La presentazione della  domanda di definizione sospenderà i termini di prescrizione / decadenza per il recupero dei carichi oggetto della stessa. Il riscossore non potrà avviare nuove azioni esecutive.

 

Al fine di beneficiare degli effetti della definizione, la dichiarazione va presentata anche dai soggetti che, per effetto dei pagamenti parziali, hanno già corrisposto integralmente le somme dovute relativamente ai carichi in esame.

 

Entro il 21.4.2017 Agente della riscossione dovrà comunicare al debitore l’importo complessivo delle somme dovute per la definizione, l’ammontare delle singole rate e la relativa data di scadenza.

.

In caso di versamento rateale, non è applicabile la dilazione prevista per l’ipotesi di temporanea situazione di difficoltà del contribuente.

 

Il mancato / tardivo / insufficiente versamento delle somme dovute (unica soluzione o una rata) non consente il perfezionamento della definizione con conseguente ripresa dei termini di prescrizione / decadenza per il recupero dei carichi oggetto della dichiarazione.

riapertura della voluntary discoslure.

E’ disposta la riapertura dei termini della procedura di collaborazione volontaria applicabile dal 24.10.2016 al 31.7.2017.

(la Voluntary Disclosure  -“collaborazione volontaria”- è la procedura che consente ai contribuenti che hanno interessi, attività finanziarie e patrimoni all’estero sconosciuti all’ Agenzia delle Entrate, di sanare la loro posizione, sia dal punto di vista delle imposte, sia dal punto di vista penale, tramite il saldamento di tutte le imposte non pagate in maniera scontata e avere una riduzione sulle sanzioni)

revisione della disciplina della dichiarazione integrativa “a

favore”;

DICHIARAZIONE DEI REDDITI / IRAP / MOD. 770 – ’possibile integrare le dichiarazioni  entro il termine previsto per l’accertamento per correggere errori / omissioni a favore o a sfavore del contribuente (errori / omissioni che abbiano comportato l’indicazione di un maggior / minor reddito o, comunque, un maggior / minor debito d’imposta o un maggior / minor credito), eliminando la discrasia attuale tra il termine di presentazione della dichiarazione integrativa “a favore” (entro la dichiarazione del periodo d’imposta successivo) e quello della dichiarazione integrativa “a sfavore” (termine previsto per l’accertamento).

 

Il credito derivante dal minor debito / maggior credito risultante dalla dichiarazione integrativa “a favore” può essere utilizzato in compensazione. Qualora l’integrativa “a favore” sia presentata oltre il termine previsto per la dichiarazione successiva, è previsto un limite all’utilizzo del credito. Lo stesso, infatti, può essere utilizzato in compensazione dei debiti maturati a decorrere dal periodo d’imposta

successivo a quello di presentazione della stessa. Il credito e il relativo utilizzo devono essere indicati nella dichiarazione relativa al periodo d’imposta in cui è presentata la dichiarazione integrativa.

DICHIARAZIONE IVA – analogamente a quanto disposto ai fini delle imposte dirette, è

consentito integrare la dichiarazione IVA entro il termine previsto per l’accertamento per correggere errori / omissioni sia “a favore” che “a favore” del contribuente (errori / omissioni che abbiano comportato l’indicazione di un maggior / minor imponibile o, comunque, un maggior / minor debito d’imposta o un maggior / minor credito). Il credito derivante dal minor debito / maggior credito risultante dalla integrativa “a favore” può essere: 1) portato in detrazione in sede di liquidazione periodica / dichiarazione annuale; 2) utilizzato in compensazione; 3) chiesto a rimborso, al sussistere, per l’anno per il quale è presentata la dichiarazione a condizione che la dichiarazione integrativa sia presentata entro il termine della

dichiarazione relativa all’anno successivo.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi