OGGETTO: ECOREATI E PREVENZIONE

Nel 2015 è stata approvata la legge 68/2015, con la quale è stata introdotta nel codice penale uno specifico titolo dedicato ai delitti contro l’ambiente, che punisce chi vuole fare profitti a danno della salute collettiva e degli ecosistemi.

Nel codice penale sono stati introdotti cinque nuovi reati contro l’ambiente (disastro e inquinamento ambientale, traffico e abbandono materiale ad alta radioattività, impedimento dei controlli, omessa bonifica), alcuni dei quali considerati di particolare gravità, con la previsione dell’inasprimento della lotta alle ecomafie.

Come avviene con la legge 231, anche con la legge 68/2015 viene prevista un’attività di ricognizione dei rischi ambientali potenziali che, se svolta, può ridimensionare la responsabilità dell’impresa.

 

La presente ha lo scopo informativo e di rendere contezza della normativa.

Nel caso specifico, occorre esaminare la reale situazione con operatori esperti nel settore.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi