Oggetto: CIRCOLARE LUGLIO 2016

 

Sommario

.

Fatture elettroniche

Codice tributo per credito d`imposta investimenti al Sud

Versamento delle concessioni governative sui diritti di proprietà industriale

Codice tributo per versamento canone TV

Segnalazioni di irregolarità sul portale Entratel

Agevolazioni fiscali 2016 autotrasportatori

Cancellazione di ipoteca a fine mutuo

Adempimento spontaneo dei contribuenti destinatari di PVC

Versamento con F24 di tributi speciali

Produzione e cessione di energia da fonti rinnovabili

Credito d`imposta per attività di ricerca e sviluppo

Trasformazione di attività per imposte anticipate in credito d`imposta

Cumulabilità della “Tremonti ambientale” con i “conti energia”

Codice tributo per credito d`imposta formazione professionale nell`autotrasporto

Registrazione atto costitutivo delle start up innovative

Rimborsi Iva

Imposta di bollo e registro sui mutui ipotecari

Gestione delle attività del MOSS

Fatca e correzioni di errori sui conti correnti

Certificazione energetica degli edifici

Distacco in Italia si lavoratori di altri Paesi Ue

Tassa sui permessi di soggiorno

Ritiro gratuito dei Raee domestici

Novità per la revisione legale dei conti

Costituzione di start up innovative

Pagamento cartelle di Equitalia con Equiclick

Incentivi sulle energie rinnovabili

Proroga invio modello 770

Compensazione tra crediti e cartelle esattoriali

Convenzione Italia-Vaticano in materia fiscale

Rendiconto finanziario

Semplificazioni in tema di Scia

Piattaforma nazionale dei difensori d`ufficio

 

 

 

Fatture elettroniche Comunicato Ag. Entrate 1.07.2016

l

l

l

l

l

l

l

l

l

.

E’ disponibile, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, la prima versione dell’applicazione web gratuita con la quale i

contribuenti con partita Iva possono generare, trasmettere e conservare le fatture elettroniche.

Il servizio può essere utilizzato da tutte le imprese, gli artigiani e i professionisti, sia nel caso di fatture destinate a

privati, sia per quelle rivolte alla Pubblica Amministrazione.

La nuova applicazione è stata progettata per permettere agli utenti, attraverso passaggi guidati, di creare,

visualizzare e salvare le fatture elettroniche e di scegliere quando e come inviarle ai propri clienti.

In particolare, per la trasmissione delle fatture, dal 1.01.2017 i fornitori di beni e servizi potranno scegliere anche il

Sistema di Interscambio, al momento obbligatorio per i fornitori della Pubblica Amministrazione. Infatti, a partire

dall’anno prossimo tale sistema aprirà alla fatturazione tra privati, come opzione facoltativa.

 

Codice tributo per credito d’imposta investimenti al Sud Ris. Ag. Entrate 4.07.2016, n. 51/E

E’ stato istituito il codice tributo “ 6869” per l’utilizzo in compensazione, mediante modello F24, del credito d’imposta

per gli investimenti nel Mezzogiorno, ai sensi dell’art. 1, cc. 98-108 della L. 208/2015.

 

 

Versamento delle concessioni governative sui diritti di

proprietà industriale Provv. Ag. Entrate 5.07.2016

Considerata la piena attuazione delle disposizioni riguardanti il deposito telematico dei titoli di proprietà industriale e

il pagamento dei relativi diritti e tasse tramite modello F24, è stata disposta la soppressione dei modelli di bollettino

utilizzati per il versamento delle predette somme sui conti correnti postali intestati all’Agenzia delle Entrate

 

Codice tributo per versamento canone TV Ris. Ag. Entrate 7.07.2016, n. 53/E

Nei casi in cui l’addebito del canone non possa avvenire sulle fatture emesse dalle imprese elettriche, il pagamento

è effettuato direttamente dal contribuente, mediante modello F24, utilizzando i codici istituiti dall’Agenzia delle

Entrate con risoluzione 53/E/2016. Esclusivamente per l’anno 2016, il pagamento è eseguito entro il 31.10.2016.

L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibili nuove FAQ sul pagamento del canone Tv ad uso privato, con particolare

riferimento alla fase di addebito del canone nelle fatture elettriche a partire dal mese di luglio.

 

Segnalazioni di irregolarità sul portale Entratel Avviso Ag. Entrate 11.07.2016

L’Agenzia delle Entrate sta segnalando agli intermediari, attraverso il canale telematico Entratel, le irregolarità

nell’attività di trasmissione delle dichiarazioni fiscali risultanti dall’incrocio dei dati presenti nel Sistema informativo

dell’Anagrafe tributaria con riferimento agli anni 2013/2014.

Gli intermediari potranno utilizzare la nuova versione dell’applicativo “In.Te.S.A.”, accessibile all’interno del portale

Entratel, per fornire elementi e/o chiarimenti in relazione ai casi segnalati, nonché allegare eventuale

documentazione a supporto.

 

Agevolazioni fiscali 2016 autotrasportatori Comunicato Ag. Entrate 5.07.2016

Per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore oltre il Comune in cui ha sede l’impresa (autotrasporto

merci per conto di terzi) è prevista una deduzione forfetaria di spese non documentate, per il periodo d’imposta

2015, nella misura di 51 euro. La deduzione spetta anche per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore

all’interno del Comune in cui ha sede l’impresa, per un importo pari al 35% di quello spettante per i medesimi

trasporti oltre il territorio comunale.

Le imprese di autotrasporto merci – conto terzi e conto proprio – possono recuperare nel 2016, fino ad un massimo

di 300 euro per ciascun veicolo, tramite compensazione in F24, le somme versate nel 2015 come contributo al

Servizio Sanitario Nazionale sui premi di assicurazione per la responsabilità civile, per i danni derivanti dalla

circolazione dei veicoli a motore adibiti a trasporto merci di massa complessiva a pieno carico non inferiore a 11,5

tonnellate. Anche quest’anno, per la compensazione in F24 si utilizza il codice tributo “6793”

 

 

Cancellazione di ipoteca a fine mutuo Comunicato Ag. Entrate 8.07.2016

Tramite i canali dell’Agenzia Fisconline e Entratel, chi ha estinto un proprio debito può controllare lo stato della

comunicazione di estinzione dell’obbligazione inviata dal creditore, ad esempio la banca, consultando gratuitamente

l’apposito registro. Il servizio è attivo su tutto il territorio nazionale, ad eccezione delle Province Autonome di Trento

e Bolzano e delle altre zone in cui vige il sistema tavolare.

 

Adempimento spontaneo dei contribuenti destinatari di

PVC Provv. Ag. Entrate 15.07.2016

Al fine di introdurre nuove e più avanzate forme di comunicazione tra l’Amministrazione fiscale e il contribuente,

stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari e favorire l’emersione spontanea delle basi imponibili, l’Agenzia delle

Entrate mette a disposizione di specifiche categorie di contribuenti elementi e informazioni di cui è in possesso e ad

essi riferibili.

Ciò al fine di rendere possibile la regolarizzazione di errori ed omissioni, beneficiando della riduzione delle sanzioni

previste per le violazioni stesse.

Ai contribuenti, per i quali non sussiste l’obbligo di comunicazione dell’indirizzo di posta elettronica certificata, l’invio

della comunicazione avviene per posta ordinaria.

La stessa comunicazione è consultabile, da parte del contribuente, all’interno dell’area riservata del portale

informatico dell’Agenzia delle entrate, denominata “Cassetto fiscale”.

 

Versamento con F24 di tributi speciali Provv. Ag. Entrate 19.07.2016, prot.

2016/114710

Dal 1.09.2016 i tributi speciali di cui titoli I e II della tabella A allegata al D.L. 533/1954 dovranno essere versati con

il modello F24.

 

Produzione e cessione di energia da fonti rinnovabili Ris. Ag. Entrate 18.07.2016, n. 54/E

La produzione e la cessione di energia elettrica e calorica da fonti rinnovabili agroforestali, sino a 2.400.000 kWh

anno, e fotovoltaiche, sino a 260.000 kWh anno, costituiscono attività connesse a quella agricola e si considerano

produttive di reddito agrario.

Con riferimento alla produzione e alla cessione di energia elettrica e calorica da fonti rinnovabili agroforestali, la

tassazione su base catastale trova applicazione solo nei limiti della franchigia di 2.400.000 kWh, nel presupposto

che ricorra il requisito della prevalenza che caratterizza le attività agricole connesse.

Tale requisito risulta soddisfatto quando, in termini quantitativi, i prodotti utilizzati nello svolgimento delle attività

connesse ed ottenuti direttamente dall’attività agricola svolta nel fondo siano prevalenti, ossia superiori rispetto a

quelli acquistati presso terzi.

In particolare, laddove il confronto quantitativo non sia possibile in quanto i beni sono di natura diversa, deve farsi

riferimento al valore degli stessi, rapportando il valore normale dei prodotti agricoli ottenuti dall’attività agricola

svolta nel fondo e il costo dei prodotti acquistati da terzi. Il requisito della prevalenza si considera in tal caso

soddisfatto quando il valore dei prodotti propri sia superiore al costo sostenuto per acquistare prodotti di terzi.

Laddove non sia possibile effettuare il confronto, in quanto i prodotti non sono suscettibili di valutazione (come, ad

esempio, nel caso dei residui zootecnici), la prevalenza può essere riscontrata effettuando una comparazione “a

valle” del processo produttivo dell’impresa, tra l’energia derivante da prodotti propri e quella derivante da prodotti

acquistati da terzi.

 

 

Credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo Ris. Ag. Entrate 19.07.2016, n. 55/E

Sotto il profilo sostanziale i lavoratori per i quali è stato stipulato il contratto di somministrazione di lavoro possono di

fatto considerarsi, nel corso della durata di tale contratto, dipendenti dell’impresa utilizzatrice.

Conseguentemente, i costi sostenuti dalla società nella veste di utilizzatrice/datore di lavoro effettivo possono

considerarsi, per la parte rimasta a carico dell’utilizzatrice ed esclusi i costi del contratto commerciale tra

somministratore ed utilizzatore, rientranti tra quelli per personale altamente qualificato, eleggibili al credito di

imposta, nella misura in cui detti lavoratori partecipano effettivamente all’attività di ricerca e sviluppo sotto la

direzione ed il controllo dell’utilizzatore ed in presenza di tutti gli ulteriori requisiti richiesti dalla norma

 

Trasformazione di attività per imposte anticipate in credito

d’imposta Comunicato Ag. Entrate 22.07.2016

Con provvedimento del 22.07.2016 l’Agenzia delle Entrate ha dettato le regole per consentire alle imprese

interessate di confermare l’opzione per la trasformazione delle attività per imposte anticipate in credito d’imposta.

La scelta di confermare l’opzione è irrevocabile e deve essere esercitata entro il 1.08.2016 (in quanto il 31.07 è

domenica) con il versamento del canone annuo oppure, se questo non è dovuto, inviando una comunicazione di

posta elettronica certificata alla Direzione regionale competente.

Con la circolare 22.07.2016, n. 32/E l’Agenzia ha fornito chiarimenti in ordine alla predetta opzione per la

trasformazione delle DTA iscritte in bilancio. Infine, la risoluzione 22.07.2016, n. 60/E istituisce il codice tributo

“2900” per consentire alle imprese di versare il canone

 

Cumulabilità della “Tremonti ambientale” con i “conti

energia” Ris. Ag. Entrate 20.07.2016, n. 58/E

L’Agenzia delle Entrate non è competente a pronunciarsi sul cumulo della “Tremonti ambientale” con le

agevolazioni di natura non tributaria di cui al cosiddetto “conto energia”.

Pertanto, il contribuente che dovesse decidere di usufruire della detassazione ambientale ex post potrebbe esporsi

al rischio di subire la revoca, da parte del Gestore dei Servizi Energetici, dei benefici derivanti dai vari Conti

Energia, sulla base delle valutazioni del Ministero dello Sviluppo Economico in ordine alla cumulabilità degli stessi

con altre misure agevolative.

 

Codice tributo per credito d’imposta formazione

professionale nell’autotrasporto Ris. Ag. Entrate 21.07.2016, n. 59/E

E’ stato istituito il codice tributo “6862” per l’utilizzo in compensazione, mediante il modello F24, del credito

d’imposta a favore delle imprese di autotrasporto per la formazione professionale.

 

Registrazione atto costitutivo delle start up innovative Provv. Ag. Entrate 19.07.2016, prot.

2016/115137

Riproduzione vietata – Aggiornato al 29.07.2016

A decorrere dal 20.07.2016 l’imposta di registro, di bollo e le relative sanzioni ed interessi connessi alla

registrazione degli atti costitutivi delle start up innovative devono essere versati con modello F24. Con ris. Ag.

Entrate 19.07.2016, n. 56/E sono stati istituiti i relativi codici tributo.

Considerati i tempi tecnici necessari all’adeguamento dei sistemi informativi, fino al 31.07.2016 gli stessi pagamenti

potranno essere effettuati anche con il modello F23, utilizzando i relativi codici tributo ordinariamente previsti per la

registrazione degli atti privati.

 

 

 

Rimborsi Iva Circ. Ag. Entrate 22.07.2016, n. 33/E

L’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulla possibilità di erogare rimborsi Iva senza la presentazione della

garanzia, in presenza di comunicazioni di irregolarità, avvisi di accertamento o rettifica; sull’applicabilità degli istituti

della sospensione e del fermo amministrativo; sull’obbligo di garanzia per i contribuenti con meno di 2 anni di attività

e per i soggetti in liquidazione volontaria; sulla sanzione per omessa prestazione della garanzia nell’Iva di gruppo in

caso di franchigia.

In particolare, l’Agenzia chiarisce che se il contribuente ha ricevuto una comunicazione di irregolarità e non sono

ancora decorsi 30 giorni oppure nel caso in cui vi sia un piano di rateazione che sta regolarmente pagando per un

accertamento con adesione, un’acquiescenza, una conciliazione giudiziale o un reclamo/mediazione, queste non

sono considerate carichi pendenti ai fini della sospensione dei rimborsi Iva. Il rimborso, invece, è sospeso se

l’omesso o il ritardato pagamento delle rate comporta la decadenza dal beneficio della rateazione. Non si

considerano, inoltre, carichi pendenti le somme riammesse al piano di rateazione. Stesso discorso vale per le rate

di una cartella di pagamento non ancora versate.

 

Imposta di bollo e registro sui mutui ipotecari Ris. Ag. Entrate 25.07.2016, n. 61/E

L’Agenzia delle Entrate precisa che il regime fiscale di favore, relativo ai contratti di finanziamento stipulati tra la

Cassa depositi e prestiti e le banche intermediarie, è applicabile anche ai mutui conclusi tra queste ultime ed i

beneficiari finali del prestito. Pertanto, sono esenti dalle imposte di registro, bollo e altre imposte indirette i mutui

ipotecari concessi dalle banche, per l’acquisto dell’abitazione principale e per i lavori di ristrutturazione, alle giovani

coppie e alle famiglie numerose o con disabili.

 

Gestione delle attività del MOSS Provv. Ag. Entrate 26.07.2016, prot.

118987

Sarà il Centro Operativo di Pescara (Cop), e non più quello di Venezia (Cov), a gestire, dal 1.10.2016, tutte le

attività inerenti il Mini One Stop Shop (Moss): il regime speciale Iva che consente alle aziende di dichiarare e

versare l’imposta dovuta sui servizi di telecomunicazione, teleradiodiffusione ed elettronici prestati a consumatori

finali europei senza doversi identificare in ciascuno Stato.

L’attività generale di assistenza ai contribuenti continuerà ad essere curata dai Cam, i Centri di assistenza

multicanale delle Entrate, mentre passa alla Commissione tributaria provinciale di Pescara la competenza per le

eventuali controversie relative agli atti emessi dal Centro Operativo di Pescara nei confronti dei soggetti che

aderiscono al regime.

 

Certificazione energetica degli edifici

Dal 29.06.2016 sono in vigore nuove norme per la redazione della certificazione energetica degli edifici. In

particolare, si dovrà tenere conto dei consumi derivanti da ascensori, scale e marciapiedi mobili.

 

 

Distacco in Italia si lavoratori di altri Paesi Ue G.U. 21.07.2016, n. 169

Il D.Lgs. 136/2016 introduce nuove regole sull’impiego in Italia di lavoratori distaccati da altri Paesi europei, allo

scopo di contrastare il ricorso a forme non autentiche di distacco, al solo scopo di ridurre il costo del lavoro.

 

 

Tassa sui permessi di soggiorno Ris., Ag. Entrate 7.07.2016, n. 53/E

Il Tribunale di Milano ha stabilito che le disposizioni che determinano la misura del contributi per il rilascio ed il

rinnovo del permesso di soggiorno, nei limiti indicati dal D.M. 6.10.2011, sono illegittime e anche discriminatorie.

 

Ritiro gratuito dei Raee domestici G.U. 7.07.2016, n. 157

Il D.M. 31.05.2016, n. 121 disciplina le modalità semplificate per il ritiro gratuito, da parte dei distributori, dei rifiuti di

apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) di piccolissime dimensioni, provenienti dai nuclei domestici e

conferiti dagli utilizzatori finali, senza obbligo di acquisto di apparecchiature elettriche ed elettroniche di tipo

equivalente (criterio di ritiro dell’uno contro zero).

 

Novità per la revisione legale dei conti G.U. 21.07.2016, n. 169

Il D.Lgs. 17.07.2016, n. 135, in vigore dal 5.08.2016, introduce modifiche alla disciplina dell’attività di revisione dei

conti, dall’accesso alla professione, ai principi deontologici. In particolare, è introdotto un obbligo specifico di

formazione continua e di controllo della qualità del lavoro svolto, esercitato dal Mef, ma con costo a carico dei

revisori stessi.

 

Costituzione di start up innovative www.sviluppoeconomico.gov.it

A partire dal 20.07.2016 gli atti costitutivi e gli statuti delle startup innovative in forma di Srl possono essere redatti e

sottoscritti con firma digitale, attraverso la piattaforma startup.registroimprese.it; ciò in via facoltativa e alternativa

rispetto alla modalità ordinaria tramite atto pubblico.

Il decreto direttoriale 1.07.2016 approva le specifiche tecniche per la struttura di modello informatico e di statuto

delle società a responsabilità limitata start-up innovative, a norma del D.M. 17.02.2016.

La circolare 3691/C del 1.07.2016 fornisce le istruzioni applicative

 

Pagamento cartelle di Equitalia con Equiclick Comunicato Equitalia

Equiclick è la nuova app di Equitalia, disponibile sugli store di Android, Apple e Microsoft. Sviluppata per

smartphone e tablet, consente di avere sempre sotto controllo la propria situazione, pagare cartelle e avvisi,

sospendere la riscossione e individuare lo sportello più vicino. Inoltre, è possibile ottenere la rateizzazione del

proprio debito, ma soltanto per importi non superiori a 50.000 euro.

 

Incentivi sulle energie rinnovabili G.U. 29.06.2016, n. 150

Il decreto interministeriale 23.06.2016 rivede la disciplina sulle energie rinnovabili (tranne per il fotovoltaico), con

particolare riferimento alle modalità di accesso agli incentivi per il 2016.

 

 

Proroga invio modello 770

E’ alla firma del Presidente del Consiglio dei Ministri il decreto che proroga l’invio del modello 770 al 15.09.2016.

 

Compensazione tra crediti e cartelle esattoriali G.U. 12.07.2016, n. 161

Il D.M. 27.06.2016 estende al 2016 la possibilità di compensazione delle cartelle esattoriali con i crediti commerciali

e professionali non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti della Pubblica Amministrazione.

 

Convenzione Italia-Vaticano in materia fiscale G.U. 22.07.2016, n. 170

l

l

l

l

.

Il D.M. 27.06.2016 estende al 2016 la possibilità di compensazione delle cartelle esattoriali con i crediti commerciali

e professionali non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti della Pubblica Amministrazione.

.

La L. 137/2016 completa l’iter di approvazione della ratifica ed esecuzione della Convenzione tra Italia e Vaticano in

materia fiscale, approvata il 1.04.2015.

 

 

Rendiconto finanziario Gse, Guida 15.07.2016

E’ disponibile sul sito dell’Oic la bozza del principio contabile n. 10 relativa al rendiconto finanziario, obbligatorio dai

bilanci con esercizio avente inizio a partire dal 1.01.2016.

In sede di prima applicazione del principio contabile, occorre presentare, a fini comparativi, il rendiconto finanziario

dell’esercizio precedente.

 

Semplificazioni in tema di Scia G.U. 13.07.2016, n. 162

Il D.Lgs. 126/2016 introduce novità in tema di Scia sia per le attività economiche o produttive, sia per gli interventi

edilizi. Dovranno essere adottati moduli unificati e standardizzati che definiscono esaustivamente, per tipologia di

procedimento, i contenuti tipici e la relativa organizzazione dei dati delle istanze, delle segnalazioni e delle

comunicazioni, nonché della documentazione da allegare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi