Da una risposta del Viceministro dell’Economia ad un’interrogazione in Commissione Finanze, è emerso che i conti deposito e deposito in titoli in amministrazione sono salvi dal bail in.

Ma gli interessi ed i dividendi da essi generati pagano i salvataggi bancari.

 

I conti deposito ed i conti titoli, in forza del principio di separazione patrimoniale (ex art. 22 dlgs 58/1998) costituiscono patrimonio separato e distinto da quello dell’Ente, godendo di specifica protezione.

Una situazione che non si verifica invece in caso di somme di denaro della clientela derivanti da quegli stessi strumenti (interessi e dividendi) e detenute presso la banca.

 

La tutela della rendita da interessi e dividendi, al pari della liquidità depositata, segue la tutela prevista per le somme fino a 100 milioni di euro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi