OGGETTO: ABOLIZIONE DEGLI STUDI DI SETTORE

 

Gli studi di settore saranno aboliti a partire dal 31 dicembre 2017.Al posto degli studi di settore (strumento statistico ormai considerato obsoleto)  saranno introdotti gli indicatori di affidabilità o compliance, utilizzati per stabilire il grado di affidabilità del contribuente. I dati sull’attività imprenditoriale saranno la  pagella dell’imprenditore. L’indicatore di compliance è un dato sintetico che consentirà di stabilire, su una scala da uno a dieci, quale è il grado di affidabilità del contribuente. Quanto più elevato sarà il grado di affidabilità dell’impresa e del contribuente, tanto più potrà accedere ad un particolare ed esclusivo sistema premiale (percorso accelerato per i rimborsi fiscali, l’esclusione da alcuni tipi di accertamento e una riduzione del periodo di accertabilità). Il nuovo strumento non si fonderà più su un calcolo statistico uguale per tutte le attività imprenditoriali: ogni attività sarà calcolata in base a specifici indicatori. Lo strumento che seguirà l’abolizione degli studi di settore è costruito in base ad una metodologia statistico-economica che analizza diversi fattori. Accanto alla stima dei ricavi saranno stimati il valore aggiunto e il reddito d’impresa. Per il calcolo del modello di regressione verranno presi in considerazione i dati panel di 8 anni, un panel che considera un periodo temprale più ampio che consentirà al fisco informazioni più accurate e stime più efficienti. L’Agenzia delle Entrate comunicherà al  contribuente il risultato dell’indicatore sintetico, comprese le componenti di incoerenza. Il nuovo strumento si caratterizza per una serie di specifici elementi, così schematizzati:

 

Indice sintetico di affidabilità Rappresenta il posizionamento (da 1 a 10) del contribuente sulla base di una serie di indicatori significativi.
Indicatori di normalità economica Già utilizzati per la stima dei ricavi, saranno indicatori del livello di affidabilità/compliance.
Stima di più basi imponibili È stimato il valore aggiunto e su questa base i ricavi / compensi e il reddito.
Dati panel Stima del modello di regressione su dati panel (8 anni anziché 1), contenenti più informazioni.
Modelli organizzativi (cluster) Nuova metodologia di individuazione dei modelli organizzativi: riduzione del numero, maggiore stabilità nel tempo.
Unica regressione

 

Non è più prevista una regressione per ogni cluster ma un’unica regressione in cui la probabilità di appartenenza ai cluster è una delle variabili esplicative.
 

Nuovo modello di stima

 

È stimato il valore aggiunto per addetto con utilizzo di una funzione di produzione in forma logaritmica: maggiore interpretabilità economica dei coefficienti stimati e migliore aderenza dei risultati alla realtà economica.
Ciclo economico

 

Il nuovo modello di stima coglie l’andamento ciclico e quindi non è più necessario predisporre ex-post specifici correttivi congiunturali, c.d. “correttivi anti-crisi”.
Effetti individuali I risultati sono personalizzati per singolo contribuente sulla base degli effetti individuali calcolati con il nuovo modello di stima.
Semplificazione del modello dati Riduzione delle informazioni richieste nel modello dati.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi